api

Pratichiamo e diffondiamo attività di agricoltura sociale, dove la cura della terra attraverso la coltivazione naturale offre occasioni di relazione tra le persone e con la natura, generando benessere.

FARO la Filiera Agricola come Risorsa e Opportunità |  Lodi e Pieve Fissiraga

Il progetto FARO mira a contribuire al recupero e alla valorizzazione del paesaggio rurale attraverso la valorizzazione dei sistemi agroalimentari locali e la costruzione di nuove opportunità di inclusione sociale. In particolare, desidera incrementare le opportunità messe in campo dalla Rete di Agricoltura Sociale per l’inclusione e l’accompagnamento delle persone fragili e contribuire a promuovere l’approccio dell’agricoltura sociale e dell’agroecologia alle aziende agricole, cittadinanza, studenti e stakeholders in genere.

PIÙ

scopri di più

Con F.A.R.O. si intende avviare nel territorio un processo di promozione del modello agroecologico attraverso una serie di azioni volte a promuovere e sviluppare l’agricoltura sociale.

Per facilitare l’accesso in orto a persone con disabilità motoria verranno realizzate: 2 vasche rialzate posizionate presso SanfereOrto, 4 vasche rialzate posizionate presso cascina Fanzago, 50 mq di camminamenti realizzati presso SanfereOrto, 40 mq di camminamenti realizzati presso cascina Fanzago. Verranno organizzati 6 percorsi di ortoterapia presso la cascina Fanzago e 8 presso SanfereOrto. Grazie al posizionamento delle ‘vasche rialzate’ e all’ ampliamento dei camminamenti i laboratori saranno accessibili anche alle persone con disabilità motoria grave.  Verranno organizzati dei laboratori motivazionali da 20 ore ciascuno presso Cascina Fanzago (4 laboratori), Comunità il Gabbiano – Cascina Castagna (4 laboratori) e a SanfereOrto (10 laboratori). In sinergia con il SELF-Servizi Educativi (per il) Lavoro e la Formazione dell’Ambito di Lodi è prevista l’attivazione di 20 tirocini presso la rete di Agricoltura Sociale e in aziende agricole del territorio. Saranno coinvolte le imprese agricole e le istituzioni locali attraverso un processo di dialogo, informazione e formazione delle stesse in tema di agroecologia, biologico e valenza sociale del lavoro agricolo. In tre fattorie sociali verranno svolti gli incontri per 15 classi del territorio. 20 classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Lodi saranno formate sui temi del consumo consapevole, dell’economia circolare e delle attività di informazione e promozione delle tematiche connesse all’agroecologia. La cittadinanza sarà coinvolta attraverso laboratori aperti sulla tematica del compostaggio. La formazione principale sarà inerente alla realizzazione del cumolo vegetale. Verranno proposti due o tre incontri nel corso dei due anni, gli incontri avranno una parte teorica e una parte pratica per la realizzazione del cumolo.

Progetto: FARO la Filiera Agricola come Risorsa e Opportunità
Partner: Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo Odv (capofila), Associazione Comunità Il Gabbiano Odv, Il Mosaico Servizi Soc. Coop. Sociale, ACSI Ufficio di Piano – Ambito di Lodi Aderenti alla rete: Fondazione Caritas Lodigiana, Fondazione Danelli ONLUS, AIAB Lombardia – Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, Legacoop Lombardia

Finanziatore: Fondazione Cariplo
Ambiti: orto e frutteto sociale, scuole e famiglie, formazione e lavoro

Beneficiari: 176 persone con fragilità e circa 700 studenti di cui almeno 15 con disabilità e/o difficoltà comportamentali, 61 amministrazioni dell’Ambito e 1.217 imprese agricole del territorio

gennaio 2024 – dicembre 2025

 

 

CASOMAI. Comunità Accoglienti Sempre. Opportunità Mirate All’Inclusione |  Lodi e Graffignana

Il progetto Casomai si propone come una sperimentazione di nuovi dispositivi in risposta ai bisogni degli ospiti dei CAS della Provincia di Lodi e dei nuclei famigliari di persone destinatarie di procedimento penale. L’obiettivo concreto è quello di migliorare l’offerta formativa per gli ospiti dei CAS, in attesa di ottenere il riconoscimento dello status di rifugiato, e per le persone autrici di reato e i loro famigliari, in modo da incrementare le loro opportunità di inserimento lavorativo grazie alle competenze trasversali che avranno acquisito e alla riattivazione di capacità relazionali. In questo modo nel Lodigiano si riuscirà a ridurre le fragilità di questi individui e a favorire l’inclusione.  PIÙ

scopri di più

All’interno del progetto verranno realizzate le seguenti attività:

  • LABORATORI MOTIVAZIONALI Saranno realizzati 13 laboratori da 20 ore per 58 persone suddivise in piccoli gruppi che si terranno presso il CAS Trianon di Graffignana e a SanfereOrto a Lodi, a cura del MLFM e del Gabbiano;
  • CORSI FORMAZIONE E TIROCINI FORMATIVI  Saranno promossi due corsi professionalizzanti di 80 ore per 10 persone (20 in tutto); due corsi di italiano da 40 ore per 10 persone (20 in tutto); otto tirocini da 3 mesi per 25 ore alla settimana; 
  • COINVOLGIMENTO CITTADINANZA E STAKEHOLDERS Attraverso diverse azioni di comunicazione e sette microeventi (quattro + tre con i partner) verranno coinvolti e sensibilizzati all’inclusione i cittadini e tutta la comunità locale

L’ORIGINE DEL PROGETTO

Il progetto nasce in risposta a due bisogni messi in evidenza anche da istituzioni del territorio. Da un lato la Prefettura di Lodi ha individuato la necessità di prevedere il coinvolgimento della popolazione migrante ospite dei centri di accoglienza straordinari (CAS) della Provincia di Lodi in iniziative simili a quelle pensate per la co- progettazione AgriCULTURE Sociali 3.0. Dall’altro l’Ufficio di Piano dell’Ambito di Lodi ha chiesto di integrare gli interventi avviati in ambito penale con proposte specifiche per le persone autrici di reato e per i loro famigliari.

Progetto: CASOMAI. Comunità Accoglienti Sempre. Opportunità Mirate All’Inclusione.
Partner:  Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi Onlus (capofila), Fondazione Caritas Lodigiana ETS, Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo Odv, Associazione Comunità Il Gabbiano Odv. Aderenti alla rete: Comune di Lodi, Famiglia Nuova Cooperativa Sociale Onlus, Il Pellicano Società Cooperativa Sociale – Onlus, Loscarcere Odv, Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Lodi, Azienda speciale Consortile Servizi Intercomunali – ACSI in qualità di capofila dell’Ambito di Lodi, L’Officina Cooperativa Sociale, Società Cooperativa Sociale Il Mosaico Servizi ETS

Finanziatore: Regione Lombardia, Bando TERZO SETTORE TRIENNIO 2023 – 2025
Ambiti: orto e frutteto sociale

gennaio 2025 – dicembre 2025

CIAO. Comunità Inclusive e Accoglienti in orto |  Lodi

Il progetto desidera contribuire a migliorare l’accoglienza della popolazione migrante nel territorio della Provincia di Lodi. In particolare, si propone di sostenere gli ospiti dei CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria) durante i primi sei mesi di permanenza, di accrescere la collaborazione fra enti gestori dei CAS e ETS del territorio e di sperimentare dispositivi motivazionali e di socializzazione replicabili nel territorio. PIÙ

scopri di più

Attraverso il progetto CIAO alcuni enti del terzo settore lodigiano adottano una logica di lavoro di rete che possa generare  nuove opportunità nel futuro prossimo a favore della popolazione migrante e del territorio lodigiano e per meglio collaborare  in progettazioni future. 

 

Vengono proposti 6 laboratori motivazionali da 20 ore, potenziati sia per la co-presenza di agrieducatori e di facilitatori linguistici che per l’aggiunta di un modulo di Primo Soccorso erogato dalla Croce Rossa. 

I laboratori sono uno strumento educativo e un’occasione di sostegno psicologico e consentano la riattivazione di competenze trasversali. Momenti in orto e nel verde e nelle altre attività offrono, inoltre, occasioni di apprendimento della lingua italiana.

Darà continuità alle attività di CIAO il progetto CASOMAI, che ha un valore di 125mila euro ed è sostenuto da Regione Lombardia. La Fondazione Comunitaria di Lodi è il capofila di questa coprogettazione che, grazie alla collaborazione di alcuni enti già partner del progetto AgriCulture Sociali 3.0, vuole proporre percorsi di autonomia destinate alle persone autrici di reato e ai loro familiari.

Progetto: CIAO. Comunità Inclusive e Accoglienti in Orto
Partner: Associazione Comunità Il Gabbiano Odv (capofila), Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo Odv, Il Mosaico Servizi Soc. Coop. Sociale, Fondazione Caritas Lodigiana, Interazioni Società Cooperativa Sociale. Aderenti alla rete: Azienda Speciale Consortile Servizi Intercomunali (ACSI), THINK! Spa – Società Benefit 
Finanziatore: Fondo Povertà – Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi con risosrse di Fondazione Cariplo
Ambiti: orto e frutteto sociale
Risultati: n.6 laboratori per un gruppo di 5 persone migranti

settembre 2023 – dicembre 2023

AgriCULTURE SOCIALI 3.0 | Provincia di Lodi

Diverse sono le organizzazioni e le reti del territorio lodigiano che si occupano di contrasto alla povertà. Creare una rete solida che possa includere tutti, consentendo lo scambio di informazioni e competenze e dotando il territorio della capacità e degli strumenti per segnalare là dove necessario, può essere un’occasione per creare un sistema più strutturato anche nell’intercettare in maniera anticipata chi è a rischio povertà, sostenendolo nel mettere in atto strategie preventive.

scopri di più

Attraverso il progetto AgriCULTURE SOCIALI 3.0 la rete di Agricoltura Sociale Lodigiana e le reti del territorio attive nel contrasto alla povertà stanno costruendo delle strategie comuni per intercettare persone più o meno fragili.

 

La rete di Agricoltura Sociale Lodigiana e le reti territoriali hanno avviato un percorso di condivisione di esperienze, competenze e sistemi per creare una nuova rete di reti, aperta al dialogo con le comunità. Si incontreranno singoli o famiglie che hanno perso il lavoro o si trovano con un lavoro che li lascia in povertà e ragazzi che interrompono o mal affrontano i percorsi scolastici. Ogni persona verrà seguita in un percorso personalizzato e potrà accedere a più opportunità: aiuto economico diretto anche a supporto del rincaro energetico, servizi di conciliazione vita-lavoro, percorsi formativi in agricoltura sociale, formazioni professionalizzanti, tirocini. Sono stati previsti anche percorsi formativi per agri-educatori e tutor aziendali e verranno implementate alcune attività agricole con l’obiettivo di sviluppare la rete di Agricoltura Sociale Lodigiana.

Progetto: AgriCULTURE SOCIALI 3.0
Partner: L’Officina Coop. Soc., Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo Odv, Associazione Comunità Il Gabbiano Odv, Il Mosaico Servizi Soc. Coop. Sociale, Coop. Soc. Il Pellicano, Associazione Emmaus, Azienda Speciale Consortile Servizi Intercomunali
Finanziatore: Fondazione Cariplo, Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi
Ambiti: orto e frutteto sociale, scuole e famiglie, formazione e lavoro
Risultati: n.200 persone coinvolte tra bambini, giovani e famiglie

gennaio 2023 – dicembre 2024

Famiglie in orto. Sostegno alla genitorialità | Lodi

Diversi sono i benefici che si hanno nello stare all’aria aperta. Promuovere la genitorialità vuol dire educare i genitori all’acquisizione di capacità nell’affrontare e risolvere problemi che fanno parte del processo di sviluppo e crescita dei propri figli. Farlo in un contesto sicuro, a contatto con la natura, può essere occasione per potenziare il benessere di bambini e adulti. Creare una rete tra famiglie fragili e non può consentire di strutturare nuove relazioni e occasioni di scambio e confronto.
scopri di più

Attraverso il progetto Famiglie in orto. Interventi in natura a sostegno della genitorialità per nuclei fragili e non è stata promossa e rafforzata la genitorialità di famiglie fragili, in particolare di quelle con trascorsi migratori e padri (ex) detenuti.

 

MLFM, insieme a Tuttoilmondo, Loscarcere e Verdebottiglia, ha organizzato incontri specifici, dedicati a genitori e figli, con l’accompagnamento di educatori, durante i quali sono stati proposti laboratori di riciclo creativo o attività in orto. Sono stati promossi anche momenti allargati alle famiglie del territorio per aumentare la coesione sociale e la rete tra famiglie fragili e non. MLFM ha messo a disposizione lo spazio di SanfereOrto a Lodi e l’esperienza dei propri educatori in orto, Tuttoilmondo e Loscarcere hanno coinvolto e accompagnato le famiglie fragili, Verdebottiglia ha organizzato le attività laboratoriali di riciclo creativo.

Progetto: Famiglie in orto. Interventi in natura a sostegno della genitorialità per nuclei fragili e non
Partner: Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo Odv, Loscarcere Odv, Tuttoilmondo Odv, Verdebottiglia Aps
Finanziatore: Regione Lombardia
Ambiti: orto e frutteto sociale, scuole e famiglie
Risultati: n.30 famiglie fragili coinvolte

luglio 2022 – luglio 2023

Il Verde è per tutti. L’ambiente è inclusivo | Lodi

I benefici dello stare a contatto con la natura e prendersi cura della terra sono numerosi e strettamente connessi alla salute. Numerose evidenze scientifiche ne attestano il miglioramento dell’equilibrio psicofisico delle persone coinvolte e in medicina l’ortoterapia è stata inserita tra le terapie occupazionali, cioè quelle discipline riabilitative che promuovono il benessere attraverso l’occupazione con attività quotidiane che aumentano le capacità di adattamento fisico, cognitivo, sociale e psicologico.

scopri di più

Attraverso il progetto Il Verde per Tutti. L’Ambiente è inclusivo sono state implementate le attività di SanfereOrto svolte a sostegno delle persone fragili ed è stata introdotta l’ortoterapia dedicata a persone con disabilità motoria.

 

MLFM e il Mosaico hanno migliorato l’accessibilità di SanfereOrto a Lodi attraverso la predisposizione di un parcheggio per persone con disabilità e la realizzazione di un accesso idoneo, adatto anche all’ingresso di mezzi che trasportano persone disabili, e di nuovi camminamenti interni all’area verde. La costruzione di vasche rialzate e semenzai ha consentito di coinvolgere persone con disabilità motoria nel coltivare erbe aromatiche e verdure a basso fusto senza doversi abbassare fino al terreno, rendendo in questo modo il contatto con la natura accessibile a tutti.

Progetto: Il Verde per Tutti. L’Ambiente è inclusivo
Partner: Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo Odv, Il Mosaico Servizi Soc. Coop. Sociale
Finanziatore: Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi
Ambito: orto e frutteto sociale
Risultati: n.2 vasche rialzate e n.1 semenzaio, n.1 accesso più idoneo anche a mezzi di trasporto per persone disabili, 180 mq di camminamenti in più, n.19 ragazzi coinvolti in attività di ortoterapia

novembre 2020 – ottobre 2021

BIOdiverCITY. Una città biodiversa | Lodi

L’arte può essere uno strumento per promuovere conoscenza e relazione e attivare la scoperta di sé, degli altri e dell’ambiente circostante. Essa ha un linguaggio personale ma anche universale, comprensibile al di là delle parole, perché parla del proprio sentire e di un percepire comune. Ha la capacità di attivare bambini e adulti ed è efficace nel promuovere la salute psicofisica delle persone coinvolte, stimolando le loro risorse creative, espressive, affettive, cognitive e relazionali.

scopri di più

Attraverso il progetto BIOdiverCITY. Una città biodiversa sono state coinvolte persone con fragilità diverse da quelle solitamente attive a SanfereOrto e introdotti nuovi strumenti di scoperta e relazione come l’arteterapia.

 

MLFM, insieme a Curiosamente e Tuttoilmondo, associazioni del territorio impegnate a sostegno di persone con fragilità psichiche e persone con trascorsi migratori, e con il coinvolgimento del gruppo informale Chiacchiere in italiano, ha realizzato attività presso SanfereOrto a Lodi. Curiosamente ha gestito le attività di arteterapia e la creazione dei prodotti artistici, coinvolgendo persone con disabilità psichica accompagnate da un’esperta arteterapeuta. Tuttoilmondo ha coinvolto persone con trascorsi migratori in attività di agricoltura sociale e potenziamento della lingua italiana. L’arte – dalla pittura, alla scrittura, alla lettura – è divenuta strumento di relazione, scoperta della natura, dell’area verde, dell’orto e del frutteto nelle diverse stagioni, ed elaborazione. Le organizzazioni coinvolte nel progetto, insieme all’ATS, hanno dialogato con i servizi del territorio, individuando e anticipando fragilità e bisogni anche legati al post emergenza Covid-19 e creando occasioni di coinvolgimento attivo dei beneficiari.

Progetto: BIOdiverCITY. Una città biodiversa
Partner: Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo Odv, Curiosamente Aps, Tuttoilmondo Odv
Finanziatore: Regione Lombardia
Ambito: orto e frutteto sociale
Risultati: n.48 partecipanti ai laboratori, n.17 volontari coinvolti nelle attività 

gennaio 2021 – settembre 2021